Decifrare un’etichetta è un lavoro impegnativo. Vengono riportate tante informazioni utili a bilanciare due esigenze, il gusto e la salute, spesso così in conflitto tra di loro

Dal 13 dicembre 2016 diventa obbligatorio per tutti gli alimenti confezionati apporre in etichetta la dichiarazione nutrizionale, che conterrà tra l’altro l’indicazione delle calorie, i grassi e gli zuccheri. In questo modo si intende fornire ai consumatori un insieme di informazioni utili per seguire una dieta sana e varia. Di seguito le informazioni che deve riportare un’etichetta alimentare:

1. Denominazione

2. Elenco ingredienti

3. Qualsiasi ingrediente o coadiuvante tecnologico provochi allergie o intolleranze

4. Quantità di alcuni ingredienti

5. Quantità netta

6. Scadenza

7. Come si conserva e/o si usa

8. Nome/indirizzo

9. Paese d’origine

10. Quantità di alcol per bevande con contenuto superiore a 1,2% in volume

11. Istruzioni per l’uso

12. Dichiarazione

Tutte informazioni preziose, ma rimane difficile per esempio capire cosa sono e a cosa servono gli additivi che compaiono in tanti prodotti industriali, nell’elenco degli ingredienti. In genere sono riportati con la lettera E seguita da un numero a tre cifre. L’uso è autorizzato a livello europeo, negli elenchi comunitari c’è una lista di quelli consentiti, è riportata anche la dose massima ammissibile in un alimento.