Agricoltura biologica, spiega mamma Bruco, vuol dire rispetto della natura e prodottti sani e genuini. Proprio per questo motivo tutte le organizzazioni che vi ruotano intorno sono impegnate nel contrastare la diffusione dell’ingegneria genetica. Anche in agricoltura biologica si possono combinare diverse varietà, ma ciò avviene fra elementi che hanno un patrimonio comune per natura.
I prodotti bio -sani e genuini – niente hanno a che vedere con quelli geneticamente modificati. Quest’ultimi possono presentarsi, come spiegato già nel primo episodio, di bell’aspetto. Bello, però, non è sempre sinonimo di sano. Diversi, infatti, possono essere i rischi causati da prodotti geneticamente modificati sia per la salute ambientale che umana.
Fra questi, pericoli per: la biodiversità; inquinamento fiumi; danni all’ecosistema del suolo; danni a insetti a farfalle; sviluppo di allergie.
Bruchino, turbato dal danno alle farfalle, suggerisce quindi ,ove possibile, di leggere le etichette al fine di consumare prodotti genuini e certificati bio.