Oltre al limone, al pompelmo e al mandarino, l’arancio è sicuramente uno degli agrumi più apprezzati e graditi da grandi e piccini. Vera e propria bomba vitaminica, è un ottimo rimedio naturale contro l’inappetenza, utilissimo per stimolare l’attività cerebrale, favorire la digestione e depurare l’organismo.

L’arancio è l’agrume più diffusamente coltivato al mondo: In Sicilia, in particolare, si coltivano delle particolari varietà di arance: tarocco, moro e sanguinello, tutte e tre caratterizzate da una polpa pigmentata color rosso, e per questo raccolte sotto la denominazione di “Arancia Rossa di Sicilia”.

Dal sapore eccellente e succoso, la varietà Tarocco è caratterizzata da una forma sferica e da una polpa striata di rosso e priva di semi. Matura ai primi di dicembre ed è quella che, tra tutte, presenta il più elevato contenuto di vitamina C.

La varietà Moro, invece, è caratterizzata da una forma ovale, da una polpa rigorosamente di colore rosso scuro e una buccia arancione con sfumature rosso vinose. Il colore del succo è sanguigno per via della presenza di una maggiore quantità di antocianine nella polpa e nella buccia rispetto alle altre varietà. La resa in succo è elevata e il sapore molto gradevole e leggermente acidulo.

Poco zuccherina e con elevato contenuto di acido citrico, la varietà Sanguinello, infine, è caratterizzata da una forma ablunga, da una polpa di colore arancio con numerose screziature.